Igiene Alimentare

Consulenza relativa al “Pacchetto igiene” secondo quanto previsto da Reg. CE 178/02 – 852/04 – 1169/2011 ed in ambito “Materiali e oggetti a contatto con alimenti MOCA” secondo quanto previsto da Reg. CE 1935/01 – 2023/06 – 10/11 ai Titolari delle imprese Alimentari.

I principali esercizi che devono adempiere alla realizzazione del sistema HACCP sono le seguenti:
  • Industrie alimentari e di trasporto alimenti;
  • Mense;
  • Supermercati;
  • Circoli e comunità con alimenti;
  • Laboratori di produzione alimenti;
  • Bar, birrerie, ristoranti, fast food, pizzerie ed agriturismi;
  • Gelaterie e pasticcerie;
  • Commercio ambulante di cibi;
  • Farmacie;
  • Case di cura e di riposo;
  • Panifici;
  • Pescherie e macellerie.

Sopralluogo aziendale.

Per la redazione del manuale di autocontrollo risulta necessario effettuare un sopralluogo degli ambienti in cui vengono preparati, cotti, somministrati gli alimenti conservati o imballati.


Redazione del manuale di Autocontrollo HACCP an base al Regolamento CE 852/2004
Il manuale di autocontrollo è un documento scritto in cui sono presenti tutte le procedure, basate sul metodo HACCP, messe in atto nella propria Azienda. Ciò comporta che lo stesso sia specifico e adeguato alla realtà produttiva a cui fa riferimento.
Il manuale è redatto seguendo i sette principi previsti dal sistema:
  • Individuazione dei probabili rischi;
  • Identificazione dei CCP (punti critici di controllo);
  • Determinazione dei limiti per i CCP;
  • Monitoraggio per tutti i CCP;
  • Individuazione delle soluzioni in caso di superamento dei limiti prefissati;
  • Gestione dei processi di verifica;
  • Registrazione e raccolta della documentazione prevista dalle normative.

Assistenza sui temi dell’igiene degli alimenti
Supporto per gli adempimenti formali previsti dalle disposizioni normative vigenti.
La consulenza in ambito “MOCA – Materiali ed oggetti a contatto con gli alimenti” (Regolamenti CE 1935/04 – 2023/06 – 10/11) riguarda in primo luogo produttori, importatori e distributori di tali materiali ma anche gli utilizzatori (vale a dire gli operatori alimentari) ed impone una serie di standard da seguire lungo tutta la filiera produttiva.
Sono definiti "materiali e oggetti a contatto con gli alimenti" (MOCA) quei materiali e oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti (utensili da cucina e da tavola recipienti e contenitori, macchinari per la trasformazione degli alimenti, materiali da imballaggio etc.).